Lo  Stemma 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

-----------------------------------------------------

~~~

 

    Il 10 Agosto 1218 nasceva ufficialmente nella cattedrale di Barcellona in Spagna, con la protezione del Re Giacomo I° d'Aragona e del Vescovo della Città, Berenguer de Palou, l'Ordine della Beata Vergine Maria della Mercede per la liberazione dei cristiani schiavi, il cui Fondatore fu San Pietro Nolasco.

    Il Sovrano, non si accontentò di donare ai Mercedari parte del suo palazzo come prima residenza, ma fece dono a Pietro Nolasco delle sue insegne reali (quattro sbarre rosse in campo d'oro) disponendo che fossero portate per sempre, da lui e dai suoi religiosi presenti e futuri, sull'abito bianco dell'Ordine.

    Questo emblema, conosciuto anche con i nomi di "Pali d'Aragona" o "Barre Catalane", ebbe uno sviluppo straordinario nel Regno e nei territori soggetti alla sua dominazione (si pensi, ad esempio, alla nostra terra di Sardegna che venne dominata dagli Aragonesi dal 1323 al 1479 prima e dalla Spagna poi dal 1479 al 1720.

    Anche il Vescovo di Barcellona, in quel memorabile giorno, fece dono a Pietro Nolasco dello scudo della sua chiesa cattedrale (una croce bianca in campo rosso). Pietro unì i due stemmi e nacque così lo scudo della Mercede, destinato ad essere sino ad oggi l'emblema di tutta la Famiglia Mercedaria (Ordini Religiosi maschili dei calzati e degli scalzi, Ordini Religiosi femminili di clausura delle calzate e delle scalze, tutti i vari Ordini delle Suore Terziarie Mercedarie, Terzi Ordini Secolari, Associazioni, Confraternite, Gremi e Movimenti che portano il nome della Mercede o di qualche Santo dell'Ordine).

    Quasi sempre lo scudo è sormontato da una corona, quella del Re Giacomo I° d'Aragona che pose l'Ordine sotto la sua protezione.

    L'araldica, poi, con il passare degli anni e dei secoli, si è sbizzarrita nel presentare lo stemma della Mercede con innumevevoli varianti; semplice, gotico, barocco, circondato da Angeli, cartigli, allori e palme, catene, ecc. ecc., ma sempre rispettando il tema principale: croce bianca in campo rosso e quattro sbarre rosse in campo d'oro, il tutto sormontato dalla corona del Re Giacomo I°.

    L'emblema è talmente caratteristico dell'Ordine che persino tutte le immagini della Madonna della Mercede lo portano sul petto e negli scapolari.

    Anche i componenti l'Arcigremio della Vergine SS. della Mercede di Sassari utilizzano questo stemma appuntato sulla divisa.

    Inoltre, sulle facciate della Chiesa di San Paolo e dell'ex convento dei Mercedari di Sassari, sono murati due bellissimi stemmi della Mercede scolpiti nell'ardesia, mentre sulla facciata della Sede-Museo dell'Arcigremio è scolpita una bella lastra di marmo con il medesimo scudo in stile barocco.

 

~~~

-----------------------------------------------------

 

 

 

 

 

 

©Gremio della Mercede